Il vile agguato, Enrico Deaglio.

image

La ricorrenza del ventennale dal tragico attentato di via D’Amelio, in cui persero la vita Paolo Borsellino e i cinque agenti della sua scorta, ha stimolato una ricca produzione di libri di inchiesta e saggi sul tema. Tra i molti, merita una menzione Il vile agguato del giornalista e scrittore torinese Enrico Deaglio. Il libro non si pone, a differenza della restante produzione, come un’arringa di un pubblico ministero, ma si sforza di scandagliare, mettere ordine, fra le svariate tessere del mosaico rappresentato dalla ricerca della verità in merito alla strage del 19 luglio 1992. Ecco, l’obiettivo non è quello di trovare e sbraitare una verità giudiziaria, ormai forse fatalmente compromessa, ma fare pulizia delle false piste, portare alla luce dell’indignazione il mistero Scarantino, il falso pentito costruito in laboratorio dal super poliziotto La Barbera, e sul quale, per quasi venti anni, ha poggiato la verità ufficiale dello Stato e dei processi. Perché Borsellino e’ stato assassinato, perché lo Stato non ha difeso il suo servitore, perché – al contrario – c’era chi dentro l’Arma dei carabinieri trattava con Cosa Nostra per conto dei politici, perché il bluff Scarantino. Domande scomode, domande che si pone l’autore senza risposte pre confezionate.  Un libro, Il vile agguato, che ha il merito di rendere più nitida la tragedia palermitana, che contribuisce a mettere a fuoco le sfumature di una tragedia con molti responsabili e colpevoli in opere, parole e omissioni. Anche perché, se la verità giudiziaria sarà opera ardua da ottenere, la verità storica è invece ormai prossima, e il recente affaire Mancino lo sta ampiamente a dimostrare.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: