Mese: gennaio 2015

I ventitre giorni della città di Alba, Beppe Fenoglio

Alba la presero in duemila il 10 ottobre e la persero in duecento il 2 novembre dell’anno 1944. Ecco riassunto in poche e scarne parole Fenoglio, lo scrittore Beppe Fenoglio. L’incipit del suo libro d’esordio, I ventitre giorni della città di Alba,… Continua a leggere

Un uomo nella doccia

Un uomo nella doccia si ritira lentamente dal mondo. Un uomo nella doccia lascia fuggire il tempo sperando che il tempo e il mondo si scordino di lui. Silenziosamente, ma non troppo. Un uomo nella doccia ascolta il suo silenzio e, curioso,… Continua a leggere

Tempi nuovi

Tempi nuovi vanno annunciandosi in questo tempo di attesa che viviamo stancamente. Tempi colmi e gravidi di cattivi presagi. Il tempo, oggi, come l’annunciarsi di un temporale estivo, nella calura umidiccia di agosto. Il cielo in lontananza che assume, dapprima lentamente e poi impetuosamente, i colori della… Continua a leggere

Je suis Charlie

Dipingi un Maometto glorioso, e muori.Disegna un Maometto divertente, e muori.Scarabocchia un Maometto ignobile, e muori.Gira un film di merda su Maometto, e muori.Resisti al terrorismo religioso, e muori.Lecca il culo agli integralisti, e muori.Prendi un oscurantista per un coglione, e muori.Cerca… Continua a leggere

Giorgio Gaber oggi….

Giorgio Gaberscik, in arte Giorgio Gaber, si arrendeva al suo male bastardo, un cancro ai polmoni, il 1º gennaio 2003. Artista poliedrico, cantautore, autore e attore teatrale, commediografo, il “Signor G” ha rappresentato al meglio quel genere originale che va sotto il… Continua a leggere