La Sposa giovane, Alessandro Baricco

Scrivere, narrare, leggere. Posare gli occhi su un foglio bianco macchiato di inchiostro. Imperfezioni. Entrambi i gesti, lo scrivere ed il leggere, rispondono alla medesima domanda, quella ricerca di senso e di se stessi nei fatti e nelle cose del mondo. Baricco ci propone un testo, La Sposa giovane, in cui la ricerca è paradigma e cifra della narrazione. Assolvendo, così, al suo compito e mestiere di scrittore. Tanto basta per ringraziarlo, perché la maestria e la delicatezza con le quali ci accompagna a far visita alla Famiglia, la loro casa e i mondi perduti e immaginifici che abitano i loro pensieri, rendono giustizia al piacere delicato e avvolgente provato nello scorrere le pagine del libro, calde e vivide di umanità razionale e folle, o folle nel suo non senso razionale. Vite vissute, vite in cui si cerca per mezzo di una follia logica di mettere ordine nel mondo, impresa persa in partenza, vanità dell’uomo dalla notte dei tempi, ossessione inscritta nella storia personale di ognuno di noi. Ecco, La Sposa giovane è questo. Follia, ricerca, fedeltà, senso inteso come sentire, mai rassegnazione, continua riscoperta – talvolta dolorosa – di se stessi – anche per mezzo della sessualità – e del mondo che ci abita affianco. Non scontato, mai banale. Un libro di contrasti, che lascia una sensazione simile a quella che si prova bevendo un Traminer aromatico durante una calda sera afosa estiva…

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: