Conversazioni con Carlo Maria Martini, Eugenio Scalfari e Vito Mancuso.

Eugenio Scalfari e il cardinale Carlo Maria Martini.
Eugenio Scalfari e il cardinale Carlo Maria Martini.

Un piccolo grande libro, una bussola utile per orientarsi nelle grandi domande che interrogano oggi l’umanità. Ecco, se dovessi circoscrivere in 140 caratteri l’essenza del volume curato dal teologo Vito Mancuso, utilizzerei la bussola come riferimento e metafora dell’opera. Si, i cinque incontri riportati nel libro, e avvenuti tra il 1996 e il 2011, tra l’illuminista Eugenio Scalfari e il cardinale Carlo Maria Martini sono un dialogo, sempre franco e aperto al rispetto e al riconoscimento reciproco, in cui nessuno dei due si è sottratto alla ricerca di un comune denominatore utile ad affrontare il tempo presente.

I due, ovviamente, utilizzano chiavi di lettura differenti, non antitetiche badate bene,  l’uno i principi dell’Encyclopédie l’altro la fede cristiana e cattolica, ma ciò che colpisce di entrambi è la comune volontà di riconoscere nell’umanità una medesima e comune aspirazione al bene, per l’uno discendente dall’istinto per l’altro da rintracciarsi nell’apertura dell’uomo alla fede. Un’aspirazione che potremmo definire come amore disinteressato per il prossimo, speranza, carità. Ecco, quando questa predisposizione dell’anima vince l’egoismo, l’amore assoluto e cieco per sé, si rinvigorisce quella

fiamma che spinge le ruote del mondo. Carlo Maria Martini.

Gli argomenti affrontati sono ovviamente molti, dai temi etici agli scandali che hanno interessato la Chiesa, la famiglia, il divorzio, la figura di Gesù e molti altri ancora. Li accomuna, nuovamente, e qui concludo, la percezione viva dello scandalo, che oggi e sempre si ripete, rappresentato dal Golgota. Ecco, il Golgota come vero e primario peccato del mondo, da cui tutti gli altri discendono.

Credo nel Golgota perchè lì fu celebrato il sacrificio di un giusto, di un debole, di un povero. Quel sacrificio si ripete ogni giorno ed è il vero e unico peccato del mondo: il sacrificio, la sopraffazione, l’umiliazione del povero, del debole, del giusto. Il Golgota raffigura il peccato del mondo. Eugenio Scalfari.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: